Attilio (parte terza)

Questa di Attilio è la storia del "single dei single".

ATTILIO - parte 3a (e ultima)
Capì che l'esperienza del servizio militare non sarebbe stata poi così gioiosa quando fu punito per lo scoppio della guerra del golfo. E nel frattempo, fra giornaletti e discorsi dei commilitoni, aveva scoperto che esistevano le donne... lui non era mai stato molto considerato dalle donne: i rari sguardi che le ragazze gli avevano concesso erano simili a quelli con cui un delfino rimirerebbe la mountan-bike appena ricevuta in regalo...
Quand'era piccolo pensava che le bambine fossero semplicemente dei maschi con i capelli più lunghi, e anche la prima donna nuda che vide non l'aiutò a chiarirsi le idee... era la Venere di Milo! Si disse: Àbeh, gli manca qualcosa lì... ma è normale... è anche senza braccia... un mutilato!.
Poi, un giorno, mentre era in branda, punito per l'ennesima volta, gli capitò fra le mani "Le ore" e... capì!!!
Gli si aprirono gli orizzonti, vide un futuro diverso, roseo, felice! Si alzò di scatto per esternare la propria gioia... e svenne... si era dimenticato del letto a castello... si riprese dopo un po', e quando finalmente andò in libera uscita... vide le donne per la prima volta erano migliaia milioni che si dipanavano intorno a lui ma una lo colpì in modo totale lo stava guardando!!!
Si accorgeva di lui!!!
Lo guardava fisso era eterea, quasi evanescente di una bellezza che hanno solo le donne al tramonto, quando stanno per andare via lui si avvicinò, molto lentamente, si avvicinò al suo volto, stavano quasi per baciarsi quando sentì sotto le labbra il freddo del vetro e si rese conto di stare baciando la vetrina 
di un negozio, dove l'amore della sua vita si stava riflettendo si voltò di scatto, e la vide la vide andare via e si rese conto che quello era il suo amoree la seguì pian piano fermandosi ad ogni vetrina, e beandosi dello sguardo che lei rivolgeva a a lui e continuò a seguirla, per le vie del centro aspettando e forse è ancora lì!!!
E così, un giorno è scomparso, o forse, semplicemente, ha continuato a tirare avanti la sua normale vita di tutti giorni... ah, se qualcuno di voi, per caso, non vedesse Attilio... me lo faccia sapere, grazie!

Claudio Zucca
Share by: