Shopping e single

Compro perchè devo, perchè ne ho bisogno, perchè mi diverte...

A tutti, almeno una volta nella vita, è capitato di uscire di casa per acquistare qualcosa di preciso e poi di ritornare avendo acquistato anche altro; per noi single la possibilità che questo accada è ancora maggiore!
Gli psicologi affermano che lo shopping è un momento di gratificazione per l'ego delle persone... e chi c'è al mondo che non abbia bisogno di sentirsi gratificato/a più di un/a single?
Un supermercato per single?
Da  anni circola la leggenda che esista.
ViviMilano già a fine del millennio scorso segnalava che a Milano c'è un supermercato per single: l'ESSELUNGA di Viale Papiniano !
La leggenda narrava che all'interno del supermercato i single si ritrovassero con l'intento di conoscersi, magari scontrandosi con il carrello o facendo finta di far cadere qualche cosa dalla borsa della spesa. I singles frequentavano questo supermercato non soltanto per riempire il frigorifero ma anche (o soprattutto?) per cuccare, in un viavai di modelli e modelle straniere, trentenni in abbigliamento da ufficio o in tuta da casa e giovani e prosperose carrello-girls. L'atmosfera pareva quella giusta: sia per i single (si facevano scoprire più o meno maliziosamente per il massiccio acquisto di cibi in formato monoporzione).
Alla fine si è poi però  che era stata una (abilissima ) strategia di marketing e che, a conti fatti, in quel particolare supermercato non c'era una percentuale di single superiore rispetto a qualsiasi altro supermercato in Italia..
I consumatori (single)
Grazie alla analisi di Eurisko scopriamo gli stili d'acquisto degli italiani:

1) razionali, distaccati, esibitivi nell'area del nuovo benessere
2) marginali, oculati, aspirazionali, nell'area delle nuove e vecchie povertà
3) tradizionali, nell'area del conservatorismo.

Ecco quindi i "Distaccati", che non manifestano particolare fedeltà alle marche, perchè ritengono che una proposta valga più o meno l'altra: l'importante è la velocità con cui si riesce a far la spesa.
Poi abbiamo i "Razionali", che vogliono sapere tutto di un prodotto prima di acquistarlo, attenti al prezzo e alla qualità. Seguono gli "Aspirazionali": per loro la marca, a tutti i livelli, è molto importante e rappresenta un segnale di emancipazione. Gli "Esibitivi", ex-yuppisti, acquistano i beni non di largo consumo in negozi del centro, che "fanno immagine", senza preoccuparsi troppo dei prezzi. Gli "Oculati", che per ragioni di budget si trasformano in professionisti degli acquisti, per scegliere il punto vendita che offre il prodotto al miglior prezzo.
Infine i  "Tradizionali", che frequentano sempre i soliti punti vendita, in cui amano essere riconosciuti.
Allora... tu che single sei?



Share by: