Intervista a Enrica Bonaccorti

Intervista a Enrica Bonaccorti

Una piacevole conversazione con Enrica Bonaccorti, che ci ha rivelato la sua energia e la sua mentalità da single.
Ecco uno stralcio dell'incontro nell'ottobre 2000.

Enrica Bonaccorti intervistata sul tema single:

Vita da Single.net: Enrica... Innanzitutto complimenti per il premio che hai ricevuto a Roma durante la serata di San Faustino. Sei stata designata single dell'anno!
Enrica Bonaccorti: mah, è una cosa incredibile, non mi sono fatta mancare niente nella vita!! (ride).
Questo premio mi ha fatto piacere perché da un "punto esclamativo" a un momento della mia vita, non la fa diventare qualche cosa di negativo ma, anzi, qualcosa di affermativo. E la positività fa sempre bene.

Vita da Single.net: avevi 20 concorrenti di tutto rispetto. C'erano Renzo Arbore, Piero Chiambretti, Romina Power, ecc... tutti single eccellenti.
Enrica Bonaccorti: secondo me meritavano anche più di me, ma se la giuria ha deciso così, non mi tiro indietro...

Vita da Single.net: cosa significa essere single nel nuovo millennio?
Enrica Bonaccorti: accettare la realtà delle cose, entrare nella vita contemporanea con coscienza, con forza... Insomma, non sentendosi neanche soli... anche perché essere single non vuol dire essere soli!
Essere single è anche una posizione mentale, che in questo nuovo millennio può trovare (speriamo sempre di più) nuove possibilità di essere vissuta al meglio, libera anche dalle imposizioni sociali che noi abbiamo intorno.
Ci sono ancora molte imposizioni sociali per alcuni single, single meno fortunati di me intendo. Ci sono più spese, ci sono più impedimenti, ci sono più discriminazioni a fronte di una libertà che, a volte, diventa anche solitudine.

Vita da Single.net: per una donna è differente essere single rispetto ad un uomo?
Enrica Bonaccorti: penso di sì.
Innanzitutto socialmente una donna che si muove da sola ha sempre qualche problemino in più.
Penso che ci sia diversità proprio nella frequentazione sociale. La donna single è vista un po' " chissà perché lo è", ci si pone una domanda in più nella posizione bella donna single.
Poi magari "non sta bene" che una donna esca da sola: ad esempio per partecipare ad una festa bisognerebbe essere accompagnate, ci sono ancora delle regole formali da seguire, che forse sono un po' più pesanti per il genere femminile piuttosto piuttosto che per il genere maschile.
Però, a volte, possono anche esserci dei lati positivi: ad esempio, se delle persone ritengono che per comporre una tavolata ad una cena sia necessaria la presenza di una donna ti puoi trovare invitata: questo talvolta non succede se sei in compagnia...

Vita da Single.net: secondo te quale è il lato migliore della vita da single?
Enrica Bonaccorti: il lato più positivo è la totale autonomia del tuo tempo, della tua personalità, delle tue scelte che non sono condizionate dall'altra metà con cui dividi la vita, quasi che anziché dividere la vita la moltiplicassi. Perlomeno hai questa possibilità... se sei capace di approfittarne.

CONTINUA SOTTO...
Vita da Single.net: come donna sei favorevole alla adozione da parte delle persone single? Questo è un argomento sul quale si dibatte spesso
Enrica Bonaccorti: Si dibatte spesso ed è giusto farlo.
Premetto però che a me non piace parlare per categorie.Detto questo però purtroppo bisogna farlo: se si decide di legiferare si deve pensare anche in questi termini.
La categoria dei single comunque è composta di persone, persone valide (ma che sarebbero valide sia da single sia in coppia) e da altre persone che però non sarebbero comunque dei buoni genitori.
L'adozione da parte dei single è un passo forte, se fatto di colpo in questo momento della nostra società: ma io ho già spiegato una volta che mi piacerebbe passare attraverso la possibilità dell'affidamento.
L'affidamento è qualcosa di meno e anche qualcosa di più dell'adozione, perché il single che la sceglie sa che è un qualche cosa a tempo determinato: quindi il sacrificio, il tuo coinvolgimento emotivo, pratico, economico e quant'altro hanno una scadenza.
Per cui vorrei vedere che questo istituto dell'affidamento ( che è così disatteso tra l'altro nel nostro paese) venisse affidato a questo esercito di single, ma solamente a coloro che dessero buona prova di sè, perché stiamo parlando proprio di una adozione a tempo.
Io punterei quindi di più sull'affidamento e dopo, magari, si parlerà eventualmente di adozione.

Vita da Single.net: nella tua biografia Rai si legge che tu hai sempre privilegiato la tua vita privata rispetto a quella professionale. Se ne desume che per te gli affetti contano molto!
Enrica Bonaccorti: quando avevo 23 anni ho cominciato a dire di no al lavoro che stavo facendo da quando ne avevo 19.
E ho continuato a dire i primi " no" fino ai 25. In quel periodo ho avuto mia figlia che ho cresciuto da single (l'altra metà della coppia non è stato più presente dopo pochi mesi...), grazie all'aiuto della "classica" mamma, la Santa mamma che mi ha aiutato a crescere mia figlia.
E' logico che ho dovuto privilegiare una figlia che ti nasce a 24 anni e, per esempio, non fare più la scelta del teatro che mi portava in giro per mesi e mesi. Decisi invece di cominciare a fare due mesi di radio qui, una presentazione là ecc... E così che si cambia mestiere: io sono un'attrice di prosa che poi è diventata principalmente conduttrice (anche se resto ancora una attrice) perché la vita, a volte, ti fa fare dei percorsi condizionati dagli affetti (giustamente).

Vita da Single.net: quindi si potrebbe dire che sei diventata single non per scelta ma per casualità?
Enrica Bonaccorti: per me la parola caso, quella con la C maiuscola si confonde con altre parole come destino, Dio ecc...
Io sono diventata single recentemente (non sono stata mai single). Mi hanno premiato e, come prima ho ribadito, altri avrebbero avuto più meriti, perché io sono una single " recente".
Sono sempre stata una single "di testa" perché non ho mai ha appoggiato la mia vita all'interno della coppia, tranne che in uno solo periodo, in quei tre anni in cui ho lasciato la televisione: lì proprio ho lasciato il mondo del lavoro e sono diventata "coppia".
Anche all'interno di tante situazioni sentimentali che ho vissuto non sono mai stata single.
Adesso da qualche anno sono felicemente (prima un po' meno...) autonoma nel territorio e con poca voglia di dividerlo.

Vita da Single.net: hai trovato un equilibrio, quindi?
Enrica Bonaccorti: forse ho trovato il mio equilibrio, forse era proprio questo il mio equilibrio. Meglio tardi che mai!

Vita da Single.net: tornando al nuovo millennio, tu hai già utilizzato Internet per semplificare la tua vita da single?
Enrica Bonaccorti: sì, come no! Internet mi aiuta in tante cose. Innanzitutto ho rapporti con amici e amiche via email. E poi mi aiuta anche nel lavoro a stendere copioni e a riceverli dalla trasmissione: è molto utile!
Vorrei saperlo adoperare ancora meglio, vorrei averlo più rapido ancora.

Vita da Single.net: nel lavoro recentemente hai avuto una collaborazione di cui tu vai molto orgogliosa... l'ultimo disco con Mina
Enrica Bonaccorti: sì, Mina ha cantato Modugno, ha dedicato tutto il suo ultimo CD " Sconcerto" alle canzoni di Domenico Modugno. La più grande voce canta, secondo me, il più grande autore.
All'interno di questo CD ci sono due canzoni di cui sono io paroliere e questo mi rende assai felice: è stata una grande soddisfazione, una collaborazione di cui vado molto orgogliosa.

Vita da Single.net: Essere single per un personaggio famoso come te, che fa parte del mondo dello spettacolo, è differente rispetto all'essere single per le persone normali?
Enrica Bonaccorti: non posso parlare della vita delle altre persone, di cui sinceramente non so nulla ...
Posso invece parlare della mia vita. Mi facilita il lavoro l'essere single in questo periodo, perché appunto mi muovo con più agilità, mi sento meno responsabile di lasciare, magari una cena disattesa perché il lavoro si è prolungato: sicuramente è più agile essere single in certe situazioni "critiche".
Inoltre ribadisco che non mi piace molto pensare per categorie: credo che ognuno di noi debba fare i conti con sé stesso e con la propria etica, perché credo sia il modo giusto si affrontare la vita.

Vita da Single.net: ultima domanda tu hai già un tuo sito Internet?
Enrica Bonaccorti: sì, ho comprato il dominio e ci stiamo lavorando. Ho molto materiale che avrei voglia di mettere in rete.

Vita da Single.net: ringraziamo verità Enrica Bonaccorti per l'intervista che ci ha concesso e le auguriamo buon lavoro con il suo nuovo sito.
Enrica Bonaccorti: a tutti i single mando un abbraccio, forte e chiaro!
Share by: